MISURE COVID-19

Quesito sulla decorrenza della pensione

decorrenza della pensione

Quesito

Quesito sul dipendente X dell’unione XY nato il 02/09/1949 (65 anni di età il 2 settembre 2014) contributi al 02/09/2014 – anni 39. 

L’amministrazione è obbligata a mandarlo in pensione al compimento dei 65 anni di età e quindi con decorrenza 03/09/2014?

Se si in base a quale riferimento legislativo?

 

Risposta al quesito

–              dai dati forniti risulta che il dipendente in questione ha maturato il diritto a pensione (requisito anagrafico + requisito contributivo + quota), nonché l’accesso alla pensione (cosiddetta finestra) entro il 31.12.2011.

–              La circolare della Funzione Pubblica n. 2 del 8/3/2012 ricorda che le nuove norme in materia di accesso alla pensione non hanno modificato il regime dei limiti di età previsti dagli ordinamenti   dei diversi settori  di appartenenza.  Ne consegue che…. continua nell’area riservata.

Quesito sull’aspettativa non retribuita

aspettativa non retribuita

Quesito

In un comune compreso tra 3000 e 5000 abitanti, per il Sindaco neo-eletto che sceglie l’aspettativa non retribuita come lavoratore dipendente dobbiamo versare all’INPS (cassa previdenziale di appartenenza in lavoro) i contributi in base all’ultima busta paga?

Risposta

L’art. 86, c. 1 del D. Lgs. 267/2000 stabilisce che “l’amministrazione locale prevede a proprio carico ….. il versamento degli oneri assistenziali, previdenziali ed assicurativi ai rispettivi istituti per i sindaci, ….. per gli
assessori dei comuni con popolazione superiore a 10.000 abitanti…… che siano collocati in aspettativa non retribuita”.
La suddetta disposizione, nel caso in cui l’eletto abbia richiesto aspettativa … continua nell’area riservata.