Legge di Bilancio 2019

È uscita la newsletter n. 15 di dicembre 2018: “Legge di Bilancio 2019”

Il 30 dicembre 2018 è stata approvata la Legge di Bilancio 2019. Le due misure più attese –quota 100 e reddito di cittadinanza- sono sì finanziate dalla Legge ma non sono tecnicamente presenti nella stessa e dovranno essere oggetto di leggi o decreti ad hoc che dovrebbero essere emanati entro la prima metà di gennaio. 
Otre a “quota 100” i decreti dovrebbero contenere la proroga di opzione donna e dell’Ape Social.

La Legge di Bilancio è intervenuta in materia di perequazione delle pensioni, la rivalutazione piena ( per il 2019 pari al 1,1 % così come fissata dal decreto pubblicato dal MEF in Gazzetta Ufficiale il 16/11/2018) è assicurata solo per i trattamenti pensionistici fino a tre volte il minimo (€ 1.522,26) mentre per gli importi superiori la misura della perequazione viene ridotta attraverso la previsione di 6 fasce di importi.
Dovendo procedere alla perequazione delle pensioni già a partire da gennaio 2019, l’Inps ha applicato il meccanismo di perequazione di cui alla legge 388/2000, meccanismo che avrebbe dovuto essere reintrodotto dopo il blocco 2014-2018 previsto dalla legge 147/2013. A partire da marzo 2019 verrà applicato il sistema previsto dalla legge di bilancio 2019 e verranno effettuati i relativi conguagli.

Si allega la  Circolare Inps n. 122/2018 in materia di rinnovo delle pensioni per l’anno 2019

Nella Legge di Bilancio viene confermato il taglio alle pensioni più elevate partendo dal 15% per la parte eccedente i 100.000 €.