Novità in materia previdenziale e comunicazioni di servizio

È uscita la newsletter n. 10 di agosto 2018:”Novità in materia previdenziale e comunicazioni di servizio” 

Continuano le indiscrezioni sulla riforma delle pensioni voluta dal governo Lega – Cinque Stelle: la prima norma che potrebbe vedere la luce già nella prossima legge di Bilancio è la cd. “quota 100″ (per accedere alla pensione la somma dell’età anagrafica del lavoratore e dei contributi maturati deve dare 100).
Per rientrare nei conti, però, l’esecutivo pensa ad alcune limitazioni; si è parlato innanzitutto di prevedere un’età anagrafica minima per accedere alla pensione che potrebbe essere pari a 64 o 65 anni,o ancora, per raggiungere il requisito contributivo richiesto, la possibilità di utilizzare i periodi di lavoro coperti da contribuzione figurativa per un massimo di due anni.
In questi giorni le testate giornalistiche hanno parlato di possibili ulteriori limitazioni: una penalizzazione sull’importo dell’assegno previdenziale a causa dell’utilizzo del calcolo interamente contributivo, l’impossibilità di cumulare la pensione con altri redditi da lavoro durante il “periodo di anticipo”, o ancora la possibilità di introdurre un bonus del 30% in busta paga per incentivare la continuazione del lavoro.
Ancora più incerto il discorso della cd. “Quota 41“, e resta anche da capire se l’Ape social verrà prorogata; c’è davvero tanta confusione su quelli che saranno gli interventi pensionistici in vista della Legge di bilancio; l’autunno dovrebbe portare più chiarezza.

Decreto Dignità:  il Senato ha approvato in via definitiva la conversione in legge del cd. “decreto dignità”, (si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del provvedimento nella sua versione finale) la riforma del lavoro che nelle intenzioni del ministro e capo politico del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio dovrebbe servire a combattere il precariato, testo piuttosto criticato dall’opposizione che prevede, tra gli altri: la reintroduzione dei voucher  in alcuni settori (alberghiero, agricolo..), l’introduzione di un nuovo bonus per l’assunzione dei giovani (fino a 35 anni) con contratto a tempo indeterminato e ancora, alcune modifiche al contratto tempo determinato (riduzione della durata massima dei contratti a tempo determinato), l’ aumento dell’indennità di licenziamento che il datore di lavoro deve pagare nel caso di licenziamento illegittimo…

Consolidamento della banca dati delle posizioni dei dipendenti pubblici: con Messaggio 2620 del 28.06.2018 l’Inps ha dato avvio alla lavorazione del “Lotto 5” che comprende le posizioni assicurative degli iscritti alla Cassa Stato (CTPS), prosegue dunque il processo di sistemazione e consolidamento della Banca dati Passweb.

 

Il nostro studio rimarrà chiuso da lunedì 13 agosto a venerdì 17 agosto.
Si ricorda inoltre che durante il mese di agosto l’orario di apertura dell’ufficio sarà il seguente:
Dal lunedì al giovedì dalle 8.30 alle 18.00
Venerdì dalle 8.30 alle 13.00